Della stessa sostanza dei sogni

Posted in Poemusica on 18 ottobre 2009 by framaulo

Incredibile la fiamma dell’arte e della poesia, che si propaga come incendio nello spazio e per omnia saecula saeculorum.

Wil Fel Serg

Chaucer ispirò Shakespeare, che ispirò Mendelssohn, che ispirò Rachmaninov, che attraverso le pianole a rullo e poi il web 2.0 ispira oggi qualunque mortale abbia fibre ottiche per accedere alla Rete, e osa turbare il mio sonno in una notte di mezzo autunno, sotto forma di lievissimi, impalpabili e frizzanti ignes fatui che, instradandomi su arcane vie dell’Etere, mi conducono rapido come il pensiero nei sogni della mia fata, per lasciarle un bacio in mezzo agli occhi blu.

Perchè, a dirla con Prospero, “we are such stuff / as dreams are made on” *.

http://en.wikipedia.org/wiki/A_Midsummer_Night’s_Dream
http://en.wikipedia.org/wiki/Rachmaninov
http://en.wikipedia.org/wiki/A_Midsummer_Night’s_Dream_(Mendelssohn)
http://en.wikipedia.org/wiki/Optical_fiber_cable
http://it.wikipedia.org/wiki/Etere_(fisica)
http://en.wikipedia.org/wiki/Will-o’-the-wisp
http://en.wikipedia.org/wiki/Neurotransmission

* The Tempest Act 4, scene 1, 156–157

Brezza cruda

Posted in Haiku on 8 settembre 2009 by framaulo

luna nubi

brezza cruda

accarezzano nubi

raggi di luna

Dopo il tramonto

Posted in Haiku on 22 luglio 2009 by framaulo

railyard

Dopo il tramonto

Il vagone deserto

Tanto silenzio

Vecchio carillon

Posted in Haiku on 18 luglio 2009 by framaulo

carillon

Piccolo carillon

Riemerso dal passato

Ravel, Bolero.

Notte di luglio

Posted in Haiku on 16 luglio 2009 by framaulo

night_driving

Notte di luglio

Guido piano, e nell’aria

Mille profumi